« Torna a Prossimi eventi

“The Organon Experiment” by Markus Keibel

Inizio: 25 maggio 2019
Fine: 12 ottobre 2019

Il libro Kratylos di Platone funge da base per la mostra di Markus Keibel “The Organon Experiment”. In quest’opera la parola e di conseguenza la lingua sono definite come un organon, vale a dire uno strumento. Aristotele si muove sulla medesima linea nella raccolta di scritti “Organon“, in cui l’arte della logica è descritta come uno strumento della scienza. Francis Bacon amplia, nella sua opera maggiore “Novum Organon“, il potere della mente, ponendo le basi del secolo dei Lumi. Il motto Sapere Aude (abbi il coraggio di conoscere) dei Lumi è il punto di partenza dell’approccio di Markus Keibel.

Egli ha distribuito 250 lettere scritte a mano agli abitanti della Valle di Blenio ponendo domande sul loro colore e libro preferiti. Le loro risposte costituiscono la parte principale della mostra e sono applicate come colore e ceneri del libro su 25 pietre, che si ergono su una griglia argentata nella grande sala della Fabbrica del Cioccolato, come una scultura composita direttamente correlata alle domande poste.

Nel video “Molotow” Keibel testimonia la bellezza e il potenziale distruttivo del fuoco mostrando in Super Slow Motion l’esplosione di una bottiglia piena di gas. Il rogo dei libri costituisce, per l’artista tedesco, un approccio provocatorio che si ricollega al tristemente famoso Index librorum prohibitorum della Chiesa cattolica romana o ai famigerati roghi dei libri “maligni” perpetrati in Germania nel 1933 dalle autorità nazionalsocialiste.

L’opera di Keibel apre una discussione sulla censura, come concreto atto costrittivo del potere politico. Nel contempo però evidenza anche un altro pericolo che incombe sul libro stampato: quello dell’affermarsi di un mondo sempre più digitalizzato che ne altera la lettura. Così, in un’era di semplificazione e irrazionalità, il pensiero indipendente rappresenta la base di una nuova convivenza e l’arte il campo di sperimentazione di queste visioni.

MARKUS KEIBEL

1964 nato a Stoccarda

1971-1984 Waldorfschule Uhlandshöhe, Stoccarda

1984-1988 Professionista Skateboarder e Snowboarder

1988-1993 Studi alla Merz Akademie

Prof. Julio Rondo, Prof, H.v. Wedel, Diploma

1996-1998 Studi di filosofia, Università di Tubinga

1998-2000 Assistente di Thomas Locher

2000 Insegnamento alla Merz Akademie, Stoccarda

2002 Lavoro nell’ambito del gruppo artistica Microbo,

Borsa di studio del Land Baden-Württemberg, Fondazione per l’arte

2004-2005 Insegnante di scuola superiore di arte e storia dell’arte presso la Michael Bauer Schule, Stoccarda

2011 lavora Charite Hospital con giovani anoressici

2015 Insegnamento presso l’Università di architettura, Düsseldorf

Vive e lavora a Berlino

 

Esposizioni personali

2019 The Organon Experiment, Coma Norma, Torre, Switzerland

2018 Molotow, Epicentro Art, Berlin
Dust, with Markus Schaller, Alexander Plaza, Berlin. 2017 Declaration of Independence, Corner, Berlin. 2016 UltraUtopia, Anna Jill Lüpertz Gallery, Berlin -UltraUtopia2, Space for Artistic Research, Düsseldorf. 2015 Galerie Nuke, Paris, with David Fryer. 2014 Brute Force, AJLArt, Berlin. 
2013 Zehn Fragen zur Freiheit, Schloss Genshagen, Genshagen. 2012 Mind on Fire, Artary Gallery, Stuttgart
. 2011 A&O, AJLART, U37-Raum für Kunst, Berlin – conscious minimal, Preview Messe, Berlin. – Wie oben, so unten, Artary Galerie, Stuttgart. – Inside Complexity, Arch 402 Gallery, London. 2010 Freiheit, Özgürlük, Goethe Institut, Izmir. 
2009 Das Unmögliche Denken, Artary, Stuttgart. 
2008 one evolutionary point of view, Galerie Magnusmüller, Berlin. 2007/2008 Das sichtbare und unsichtbare Herz, Bernhard Knaus Fine Art, Frankfurt/Main. 2007 Elf Tage und mehr, Kunstclub Hamburg. – Winter re, Art Biesenthal, Biesenthal
. 2005/2006 Freiheit und Gnade, Bernhard Knaus, Mannheim. – Vom Ansich zum Fürsich zum Wirsich, müllerdechiara, Berlin. 2005 Die Unruhe des Werdens, Kunstverein Reuchlinhaus, Pforzheim. 2004 sunday, Galerie Joao Ferreira, Cape Town, (mit R. Penkwitt). 2003 plans for another world, Galerie R. Hauff, Stuttgart
. 2002 52, Galerie Joao Ferreira, Cape Town, (mit R. Penkwitt). 2000 wir/sie, Peripherie, Tübingen. 1999 in between, Galerie R.Hauff, Stuttgart. 1998 see, Galerie Urs Meile, Luzern. – ich wir/wir ich, St. Agnes Kirche, Köln. 1997 Zirkulation, Galerie R.Hauff, Stuttgart. 1996 Zeit, Oberwelt, Stuttgart
. 1994 Innen wie Aussen,Galerie Achim Kubinski, Stuttgart.