« Torna a Prossimi eventi

Juan López (Cantabria, Spain, 1979). Laureato in belle arti presso l’Univeristà di Castiglia La Mancha, i suoi lavori sono stati esposti in gallerie, centri d’arte, fiere, musei nazionali e internazionali (La Casa Encendida, Madrid; Nogueras Blanchard Gallery, Barcelona; La Fábrica Gallery, Madrid; MUSAC, León; Laboral Art Center, Gijón; Joan Miró Fundation, Barcelona; Artium, Vitoria; La Panera, Lleida; MARCO Vigo, Galicia; Liste Art Fair, Basel; O.K. Centrum Linz, Austria; National Museum of the Republic, Brasilia; Tokyo Wonder Site, Japan; Art Basel Miami Beach, USA o Den Frie, Copenhague.)
Ha inoltre ricevuto premi e riconoscimenti (Hegnspl-Award Byens Hegn, Region 0 Video Art Festival New York, Generaciones 2013 Art Award, CAM Grant of Art, ABC Art Award, Altadis Art Award, Marcelino Botín Foundation Grant, Government of Cantabria Art Prize o INJUVE Art Show).
Juan López è nato in Cantabria, una comunità autonoma della Spagna settentrionale sul golfo di Biscaglia, nel 1979 e attualmente vive e lavora a Madrid.

“Nel contesto di tutte le mie ricerche mi sono concentrato sul modo in cui l’esperienza dell’abitare definisca la nostra percezione di spazio e tempo; il mio lavoro contiene elementi architettonici associati a strutture di potere, al fine di cercare nuovi modi di comprendere le relazioni sociali. Attraverso l’uso della metafora e attraverso interventi specifici in determinati spazi, la mia intenzione è rompere e ricomporre i tre elementi che costituiscono il mio lavoro: la città, la soggettività e il potere. L’idea della “rottura” è essenziale per la mia attività; mi consente di collegare l’oggettività dello spazio esterno alla percezione individuale. In molti casi questa transazione si verifica attraverso la lingua, che è sistematicamente sovvertita e riassemblata per produrre nuovi significati. L’idea è veicolata dal collage, una pratica che enfatizza il ponte complesso e ambiguo tra testo e immagine. In queste fratture si trovano la tensione tra pubblico e privato e la ridefinizione dello spazio sociale.”

soutenirJuan López, SOUTENIR, 2015, Pvc, variable dimensions, Nomadisme, FRAC Corse. Courtesy dell’artista.

Juan López, PUSH THE ENVELOPE, 2013, mural intervention, vinyl and plasterboard, variable dimensions, Louis 21 Gallery. Courtesy dell’artista.

_acharJuan López, _ACHAR, 2015, drawing with streetlights, variable dimensions.  Courtesy dell’artista.